Come togliere la carta da parati - Giallobus consiglia

Come togliere la carta da parati - Giallobus consiglia

Togliere la carta da parati può essere un’attività dispendiosa e stancante. Scopriamo insieme i metodi migliori, i rimedi fai da te e gli strumenti utili a rendere questa operazione più facile.

.

Come togliere la carta da parati

Come pulire la carta da parati

.

“Come togliere la carta da parati?” è un quesito che attanaglia l’animo di casalinghe e lavoratori sin dal Medioevo.

Nonostante la tipologia di carta e quella di colla utilizzate nel corso degli anni abbiano reso l’attività più agevole, ancora oggi, nel 2019, ci si può trovare in difficoltà nella rimozione. Esistono alcuni prodotti, varie tecniche; ci sono poi i professionisti specializzati, i rimedi fai da te e l’utilizzo di strumentazioni adatte all’uopo.

Ovviamente, la differente tipologia di carta influenza il metodo migliore da adottare! Per riconoscere la tipologia di carta da parati da rimuovere è importante fare una prova in un angolino.

Il primo passo è staccare la carta da parati partendo da un piccolo lembo, dall’alto verso il basso, con entrambe le mani:

-Se si toglie facilmente si tratta di una carta da parati rimovibile;

-Se si stacca solo uno strato e l’altro rimane sulla parete è carta da parati al vinile;

-Se si staccano dei piccoli pezzi è la carta da parati tradizionale, la più difficile da rimuovere.

Per rimuovere la carta da parati rimovibile è sufficiente tirare con entrambe le mani un lembo, e ripetere l’operazione. In caso di rottura è sempre consigliabile ricominciare con lo stesso procedimento in un altro angolo.

Fondamentale è la parte finale: se la colla, anche se poco visibile, è rimasta lì, consiglio di pulire il muro con un panno bagnato di acqua tiepida e detergente per i piatti, e di utilizzare un panno asciutto per l’asciugatura. Questa è senz’altro la soluzione preferita dai pigri, ma come ci si comporta di fronte ad altri tipi di rivestimento?

Anche la tipologia di muro gioca un ruolo fondamentale: bussando contro la parete è davvero facile capire se si tratta di intonaco o cartongesso. Se bussa “pieno” (ovvero si percepisce un solido muro sotto le nocche) si tratta di intonaco, materiale perfettamente resistente all’acqua; se bussa “vuoto” parliamo di cartongesso, materiale fragile (in particolare a contatto con l’acqua).

Vediamo adesso i migliori consigli per staccare la carta da parati e dare un nuovo look alla nostra parete!

.

Prodotti per togliere la carta da parati

come togliere la carta da parati

.

I prodotti per togliere la carta da parati vengono detti “stacca parati” e sono dei solventi chimici disponibili in barattolo, fusto o spray. Si possono trovare facilmente sul web, nei negozi di casalinghi e nelle ferramenta.

Il tipo di carta da parati più adatta alla rimozione con il solvente è la cara, vecchia, intramontabile, carta da parati tradizionale.

La maggior parte di questi “stacca parati” contengono sostanze tensioattive e possono risultare nocivi al contatto con gli occhi e la pelle. Prima del loro utilizzo, indossa appositi occhiali protettivi, abiti da lavoro e guanti. Una volta coperti a dovere, possiamo cominciare a carteggiare la parete con un rullo perforatore o una spazzola metallica, per permettere al prodotto di entrare in profondità attraverso i fori che si verranno a creare. I solventi in spray vanno semplicemente spruzzati, quelli liquidi vanno mischiati con acqua in quantità che dipendono da prodotto a prodotto (leggere sulla confezione le indicazioni particolari).

Fatto questo, è il momento di passare un rullo per imbiancare o un grosso pennello per distribuire il prodotto uniformemente. Attendi 15-20 minuti e con una spatola piatta prova a staccare la carta da parati, se non riesci a toglierla con facilità ripeti nuovamente l’operazione.

.

Togliere carta da parati: costo

.

Togliere carta da parati costo

Se le stanze in cui staccare la carta da parati sono numerose, ad ampia metratura, o se la carta è molto vecchia, è fondamentale rivolgersi a dei professionisti.

Il costo per togliere la carta da parati dal muro dipende da molti fattori:

-ampiezza della parete

-numero di pareti

-tipo di carta

-stato della carta

-stato del muro

e così via. Volendo fare una stima piuttosto approssimativa, un professionista valuta questo lavoro dai 2 ai 7 € al mq.

La spesa omnicomprensiva di un lavoro fai da te, contando di dover comprare rulli, spatole, guanti e tutto l’occorrente, si aggira dai 50 ai 120€ (molto dipende dalla tecnica che si decide di utilizzare).

.

Tutte le tecniche per togliere la carta da parati

Tecniche per togliere la carta da parati

.

Come già detto in precedenza, le tecniche per levare la carta da parati sono diverse ed ognuna si adatta meglio ad uno specifico tipo di carta, cerchiamo di elencarle tutte e di vedere come funzionano.

.

Togliere carta da parati: vaporetto

Il cosiddetto “vaporetto” è una macchina stacca parati a vapore che può essere facilmente comprata sul web, oppure noleggiata per qualche giorno. Si tratta di un macchinario composto da una piastra a vapore (simile ad un ferro da stiro) e da un serbatoio di acqua che viene riscaldata con l’elettricità.

Il vaporetto viene utilizzato soprattutto per la carta da parati tradizionale, di rado per rimuovere la carta da parati vinilica. Risulta essere la soluzione migliore per le pareti in cartongesso, di modo da non rischiare di rovinare e/o deformare il muro sottostante con dei liquidi.

Anche per questa tecnica è consigliabile la carteggiatura prima di procedere. Attenzione al rullo perforatore sul cartongesso!

Il caldo del vapore aiuta la colla sottostante a sciogliersi, se si lavora per zone il lavoro con la spazzola piatta sarà semplice e veloce. Più vapore viene somministrato, più velocemente andrà via la colla. Procedi con prudenza sul cartongesso, anche l’umidità può dare problemi al materiale.

.

Rimuovi carta da parati con aceto

Il metodo più eco-friendly che ci sia! Lo usavano i nostri nonni con tanto, tanto, tanto olio di gomito. È sicuramente la soluzione più economica, sconsigliata per le pareti in cartongesso.

Prendi un secchio, riempilo d’aceto per circa il 20% della sua capienza, dopodiché versa acqua tiepida. Armato di rullo da imbianchino o da una spugna, inumidisci la parete e lascia agire una decina di minuti.

Ricorda di passare un panno asciutto sulla tua parete, quando hai finito!

.

Tecnica per togliere la carta da parati vinilica

La carta da parati al vinile è formata da un doppio strato: il primo, facilmente removibile, e il secondo, cartaceo.

Per il primo strato la tecnica è quella che abbiamo spiegato all’inizio: tira la carta dal basso verso l’alto, utilizzando entrambe le mani.

Lo strato cartaceo è più sottile di quello della carta da parati tradizionale, e leggermente meno ostico. Dovrebbe venir via dalla tua parete semplicemente inumidendolo con acqua calda.

Ricorda di utilizzare un rullo da imbianchino o un grande pennello, l’operazione sarà più semplice. Raschia via i residui di carta e colla dal muro con una spatola piatta, facendo attenzione a non danneggiare la parete.

.

Problemi possibili durante la rimozione della carta da parati

Generalmente queste operazioni vengono delegate a professionisti del settore per un preciso motivo: dei principianti potrebbero creare danni ben più gravi di una carta da parati vecchia che non riesce a venir via.

Le pareti più fragili sono quelle in cartongesso. Basta un utilizzo eccessivo di acqua e il muro potrebbe deformarsi o bucarsi! Per quanto riguarda i muri di mattoni o intonacati, un principiante un po' distratto rischia di graffiare e danneggiare la parete sottostante senza rendersene conto, durante la rimozione. Usa sempre spatole in plastica dura, provocano meno danni di quelle in metallo.

Attenzione al cartongesso anche se utilizzi il vaporetto: c’è la possibilità di danneggiare il muro anche con l’umidità.

In caso di utilizzo di solventi chimici fai attenzione al loro smaltimento: si tratta di sostanze che danneggiano la pelle, maneggiale con cura e provvedi a gettare gli scarti quanto prima. Anche la carta da parati stessa o la colla possono contenere agenti antimuffa tossici. Mantieni sempre l’acqua di lavaggio pulita e utilizza una mascherina e dei guanti se non sei sicuro della loro composizione.

.

Conclusioni

Come togliere carta da parati

.

È possibile tu debba ripetere le operazioni un paio di volte prima di raggiungere i risultati sperati. Non buttarti giù e continua a grattar via la colla!

Se stai pensando di cambiare la tua carta da parati, sarai felice di sapere che… negli ultimi anni, le tipologie di carta da parati si sono molto evolute, diventando di facile rimozione. Per questo, noi di Giallobus abbiamo scelto di produrre solo carta da parati autoadesiva.

Questo tipo di prodotto è davvero semplice da applicare e – ovviamente – anche da togliere. Non serve una grande manualità per usarla. Essendo autoadesiva ha un enorme vantaggio: si applica senza colla. Il che, come avrai imparato, ti tornerà utile se deciderai di cambiarla, perché è proprio la colla l’ostacolo più difficile che incontriamo quando ci accingiamo a togliere la carta da parati.

Immagina di poter scegliere il tuo motivo preferito fra una vasta gamma di grafiche. Immagina di ricevere la carta da parati a casa tua già suddivisa in strisce autoadesive da 60cm, comode e facili da applicare. Immagina di poter vedere la stanza cambiare sotto i tuoi occhi e poterla usare subito, senza dover aspettare i tempi di asciugatura della colla. Infine, immagina la libertà di poterla cambiare quando vuoi, perché un giorno potrai toglierla senza problemi o applicarvi sopra una nuova carta da parati.

Ti abbiamo convinto? Pensaci bene prima di utilizzare ancora una carta da parati tradizionale…

Pubblicato il 15/02/2019 Carta da parati 0 225

Lascia un commentoLascia una risposta

Devi essere connesso per pubblicare un commento.
Prec
Succ

Nessun prodotto

To be determined Shipping
0,00 € Totale

Procedi con l'ordine